AfricaKenyaViaggi e Turismo

Attrazioni in Kenya: Malindi

Attrazioni turistiche da visitare in Malindi

Attrazioni in Malindi

Watamu Beach:

splendida località balneare sulla costa dell’Oceano Indiano , nota per l’affluenza di turismo e per la pesca. Situata su un promontorio tra Watamu Bay e Blue Lagoon, offre una meravigliosa spiaggia bianca e formazioni coralline, protetti come parco nazionale marino da un’organizzazione unica, la Watamu Marine Association. Nella località sono concesse le immersioni e lo snorkeling per i turisti e i locali e la sua popolazione ha meno di 2000 abitanti. Il significato del nome della località , intende “gente dolce”: questo nell’antichità, racconta che i mercanti arabi di schiavi, offrivano dolci al popolo del posto, per poi prenderli come servi. Nel 2007 è stata fatta una grande scoperta a Watamu: il cobra divoratore più grande del mondo Naja ashei e che misura 2,73 m di lunghezza; può generare fino a 6,2 ml di veleno alla volta, capace di uccidere 20 persone.

Watamu Marine National Park:

situato a circa 140 km al nord di Mombasa, è un parco marino con riserva nato nel 1968 e dichiarato Biosfera nel 1979.
La barriera corallina si trova a soli 300 metri dalla riva ed è l’habitat di: 110 specie di coralli, 600 specie di pesci diversi e infiniti molluschi e crostacei. L’acqua tiene una temperatura di 20 gradi dai mesi di giugno fino a novembre, mentre nei restanti mesi, rimane a 30 gradi.

Takwa Ruins:

situate al sud di Manda Island, si possono trovare le rovine della città fondata nel 1500, ma poi abbandonata verso il 18esimo secolo. Gli scavi sono stati effettuati nel 1951 da James Kirkman. Lo scavatore, ha creduto che il posto poteva essere stato un luogo di culto per le persone religiose, e non proprio una città in cui i popoli vivevano, infatti sono stati trovati una moschea ed una tomba Pilastro, con data 1681-1682.
Le rovine di Takwa sono state elette nel 1982, come Monumento Nazionale del Kenya.

Malindi Museum:

Il Museo di Malindi
Malindi Museum

aperto dal 2004, è uno dei più recenti musei situato in un palazzo di un ex commerciante indiano, del 19esimo secolo e si trova vicino al Teatro doganale Vasco Da Gama Rd.
L’edificio è disposto su tre piani con grandi stanze, scale e persiane in legno. Sono numerosi i reperti interessanti ed etichettati, tra cui sacri in legno del popolo gohu, utilizzati come collegamento tra i vivi ei morti. Al piano terra emergono fotografie di Mombasa di come era prima e come appare oggi, mentre in uno dei piani superiori del Malindi Museum, è disposta la biblioteca dove è possibile visionare i grandi libri del Kenya.
Per informazioni: P.O.Box 939-0800 Malindi. – Tel: 042- 31479

Marafa – Hell’s Kitchen:

Marafa – Hell’s Kitchen
Marafa – Hell’s Kitchen

Il Marafa è una difformità geologica che si trova a Malindi. Uno spettacolo meraviglioso per chi ama incontrare paesaggi molto particolari ed essa è anche chiamata cucina dell’inferno. Si narra che gli avvallamenti di Marafa sono stati formati nelle antichità, dalla rabbia di Dio contro una famiglia del posto, che, data la loro ricchezza, amavano fare il bagno nel latte appena munto dalle loro mucche.
Per questo si rievoca che Dio, li punì creando un vortice sulla superficie della terra dando luogo quindi, alla depressione di Marafa.
I colori del paesaggio, hanno tonalità che vanno dal bianco al rosso, che stanno a significare latte e sangue, ma la sua formazione irregolare rocciosa, con l’insieme del vento, dà al via ad uno spettacolo eclatante, tutto da fotografare.

MENU KENYA

Related Articles


Lascia un commento

Utilizziamo i Cookies tecnici e di terze parti per assicurarti di ottenere una esperienza di utilizzo ottimale nel nostro sito. Per saperne di più LEGGI INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi